Casa della Conoscenza

I social della Casa della Conoscenza: non solo #bookfacefriday

Grazie a Monica Grilli, responsabile della biblioteca, a Andrea Mari e Federica Silvestri che condividono la loro bellissima esperienza social per la Biblioteca Cesare Pavese della Casa della Conoscenza di Casalecchio (Bologna).

Monica introduce …

Quando sono arrivata alla Casa quasi cinque anni fa, le prime persone che ho incontrato, al banco prestito a piano terra, sono state Andrea e Federica. Nella mia mente, il bibliotecario riservato e la bibliotecaria militante, ovvero, con il senno di poi, le anime dei futuri social della Biblioteca: facebook, instagram, telegram. La pagina facebook della biblioteca era appena nata e mano a mano si è aggiunto il resto. Il mio unico merito, rispetto ai social della biblioteca, è stato quello di lasciare spazio e autonomia alla componente più giovane dello staff. Senza la pretesa di controllare ex ante tutto quello che veniva progettato e pubblicato. Il venerdì apro la pagina fb della biblio e, a seconda del bookface, rido, mi preoccupo, mi incuriosisco, mi diverto, spesso mi chiedo ma come hanno fatto!

Una parola a parte vorrei spendere per l’immane lavoro che lo staff ha svolto nel periodo della pandemia. I nostri social si sono arricchiti di letture, rubriche, proposte, informazioni, … In uno sforzo collettivo che, ritengo, ci abbia fatto crescere moltissimo e ci abbia fatto davvero sentire prossimi ai nostri lettori e fruitori.

Nel corso di questi quattro anni anche i ruoli si sono definiti meglio. Andrea Mari social media manager e responsabile della comunicazione. Federica Silvestri, catalogatrice del cuore, spalla appassionata e creativa. Entrambi, protagonisti di innumerevoli bookfaces, la parola a loro!

… e poi tocca a Andrea e Federica

Casa della Conoscenza

Partiamo dal nostro claim:

Casa della Conoscenza – Biblioteca “C.Pavese” è una biblioteca di pubblica lettura. E’ uno spazio libero e aperto a tutti. Vieni a trovarci, ti aspettiamo!

La pagina ufficiale della biblioteca è compresa all’interno del sito del Comune di Casalecchio. È un sito istituzionale complesso in cui la Casa è uno dei tanti servizi. Per questo abbiamo scelto di valorizzare al meglio le nostre pagine social: sono allo stesso tempo il nostro biglietto da visita, agenda giornaliera, cassa di risonanza, strumento di dialogo preferito.

Abbiamo cercato da subito di trasmettere la nostra idea di biblioteca, adattando la comunicazione ai diversi canali, ma sempre con uno stile informale, coinvolgente e scherzoso. Ricerchiamo  una riconoscibilità immediata e di facile lettura, per fidelizzare il nostro pubblico ed essere accattivanti per nuovi follower.

Il #bookfacefriday della Casa della Conoscenza

Qui occorre una opportuna precisazione: ho scoperto il #bookfacefriday quasi per caso quando lavoravo al post dedicato ai bookface. Nel post troverete altri bellissimi esempi della Casa della Conoscenza con, fra gli altri, un Andrea – Gulliver da non perdere. E proprio a partire da questo incontro “casuale” che oggi Monica, Andrea e Federica ci raccontano di loro.

Il primo bookface è del settembre 2018, nato per gioco. Eravamo alla ricerca di contenuti per il profilo instagram appena aperto, con l’intento di promuovere libri e lettura in modo originale, accattivante. Non ci aspettavamo che #bookfacefriday diventasse un appuntamento settimanale fisso e così atteso. Tanto che nelle pochissime settimane di pausa annuali siamo stati “richiamati all’ordine” dai follower più fedeli!

Studiamo e progettiamo accuratamente ogni bookface: la ricerca della giusta copertina, del giusto abbigliamento, la giusta angolazione, proporzione e prospettiva e infine: lo scatto giusto!

Tutto lo staff della Casa è comparso, prima o poi, nelle nostre foto o ci ha supportato nella ricerca delle copertine. È un lavoro condiviso, come quasi sempre ci accade.

Ad oggi utilizziamo il #bookfacefriday per

  • sensibilizzare su tematiche specifiche (pride month, friday for future, calzini spaiati, bike to work, ecc.),
  • ricorrenze particolari (Natale, Halloween, International games at your library…),
  • promuovere il territorio casalecchiese (passaggio del giro d’Italia, sagre, eventi speciali).
Casa della Conoscenza
Protagonista del bookface di sinistra è proprio una piccola lettrice !!

Le poesie dorsali

Spesso ospitiamo poesie dorsali con il contributo anche qui di tutto lo staff. Sono poesie che nascono soprattutto nei periodi di grandi arrivi di novità (grazie Mic!). Ecco un esempio.

Instagram e i reels

Da poco abbiamo cominciato ad utilizzare i reel di Instagram per spiegare le regole della biblioteca, le sue funzionalità e servizi con semplicità e leggerezza.

Ndr: da non perdere, questo reel sulle strane creature presenti in biblioteca e una favolosa camera cafè“.

YouTube

La Casa della Conoscenza ha anche un canale YouTube, nato nel 2017, che conta oggi più di 800 iscritti. Su questo canale vengono trasmesse, in streaming, la quasi totalità delle conferenze e degli eventi che si svolgono nell’Auditorium della CdC. Conferenze che si rivolgono ad un pubblico ampio e multigenerazionale. Con la pandemia, quindi a partire dalla fine del 2020, abbiamo attivato anche le dirette facebook degli eventi, sempre nell’ottica di essere sempre più vicini e connessi al territorio e ai nostri pubblici.

Telegram

Ultimo arrivato è Telegram. Sebbene sia utilizzato come servizio di messaggistica istantanea, la funzione dei canali permette di entrare in contatto con tutte le persone che non vogliono utilizzare i social o che vogliono “andare al sodo”. Pubblichiamo con cadenza fissa le novità documentali e gli eventi. Abbiamo deciso di creare delle liste che rimandano direttamente al Catalogo del polo bibliotecario bolognese, in modo da familiarizzare chi ci legge con questo strumento.

I “nostri” social

Con i nostri social rappresentiamo la biblioteca tramite le persone che la compongono. Conosciamo bene i rischi della personalizzazione dei servizi e anche per questo ci presentiamo come gruppo coeso (lo consideriamo come il nostro valore aggiunto). Sentiamo come gruppo la necessità di ripulire lo spazio dagli stereotipi. Siamo donne e uomini, abbiamo barba e baffi (non solo gli uomini) piercing, tatuaggi, capelli spettinati. Rappresentiamo minoranze spesso bistrattate e si, ci piace ridere insieme!

 Amiamo che la biblioteca sia animata e fruita da più persone possibili. Certo, lo storytelling è solo la parte finale dell’insieme delle strategie culturali che dobbiamo mettere in atto per rendere la biblioteca davvero di tutte e tutti. Ma la rappresentazione mediatica più ampia che riusciamo a dare è sicuramente uno strumento efficace della nostra mission.

Aggiornamenti #bookfacefriday maggio 2024

Arnold nel paese dei mostri selvaggi…o in biblioteca? e Qual è il giorno giusto per passare in biblioteca e leggere i quotidiani? Tutti i giorni!
Serata cover Sanremo e John Travolta, il fisico “bestiale” e la gioia di danzare nella giornata dei calzini spaiati

Profilo Instagram Canale Telegram Pagina Facebook Canale YouTube


Copyright: il testo in corsivo è di Monica Grilli, Andrea Mari e Federica Silvestri. Tutti i diritti, testo e foto, sono riservati.