Crea sito

Comunicare la biblioteca e il suo patrimonio (nei social), seconda parte

Riprendo il tema di come comunicare la biblioteca attraverso il suo patrimonio nei social, con due nuovi esempi. Ecco la Biblioteca Universitaria di Bologna e la Malatestiana di Cesena.

Due biblioteche meravigliose, che sono accomunate da straordinari posseduti e, in particolare, da collezioni di materiale antico stupefacenti. Il loro patrimonio è protagonista della comunicazione nei social ed è sapientemente illustrato dai bibliotecari grazie ad un uso raffinato della mediazione. Infatti, il risultato finale è un giusto equilibro fra competenza, conoscenza scientifiche e divulgazione. Il patrimonio si svela nella sua bellezza, mantenendo intatto il suo messaggio. Social e patrimoni trovano in questi due esempi un ottimo equilibrio.

Biblioteca Universitaria di Bologna, ci guidano gli hashtag

Le rubriche della pagina Facebook della BUB sono contrassegnate da hashatag come #dagliscaffalidellaBUB , #BUBCollezioniSpeciali , #BUBnuoveacquisizioni , #invitoallaletturainBUB,  #unlibrotiralaltroinBUB .

E’ chiaro che #BUBcollezionispeciali ci offre delle autentiche meraviglie. Ecco, ad esempio, le tavole di Aldrovandi e un opuscolo del 1622 di Giulio Cesare Croce.

Poi, la BUB riesce a stupirci con #BUBnonsoloCollezioniSpeciali  e questa “gita al mare” del 1934.

social e patrimonio
La lettura, mensile del Corriere della sera, 1934

Quando meno te lo aspetti, ecco Ranocchi sulla luna e altri animali, di Primo Levi.

Trova nel catalogo

E poi fotografie tratte da collezioni, riproduzioni di codici, immagini dei luoghi della biblioteca, pile di libri, scorci del lavoro di tutti i giorni . In un mosaico di colori, contenuti, messaggi.

Poi, le nuove acquisizioni anche con libri che non ti aspetteresti …

valorizzare patrimonio

Insomma una pagina che offre un alternarsi ritmico di meraviglie e proposte, di scoperte e incontri, … da non perdere assolutamente 🙂

La Malatestiana, #nonsoloplutei

La Malatestiana è tante “cose” contemporaneamente: un servizio moderno aperto a tutti, una biblioteca di fondi a stampa prestigiosi, una raccolta di manoscritti preziosi, un monumento storico-artistico meta di migliaia di visitatori, il più distintivo che la città [di Cesena] conservi.

Tratto da http://www.comune.cesena.fc.it/malatestiana/chisiamo

La pagina Facebook della Malatestiana rispecchia questo essere tante cose contemporaneamente. Anche in questo caso, predominano i post dedicati al patrimonio rispetto a quelli, comunque numerosi, dedicati agli eventi e alle iniziative.

Come per la BUB, ci guidano gli hashtag: #ProposteNarrativa , #ProposteRagazzi #ProposteMediateca. I temi sono molto vari e la successione dei post è piacevole e snella. L’accento è decisamente sul posseduto moderno: per adulti, ragazzi e la mediateca. Rari i post sull’antico. Molto interessante il lavoro di approfondimento che si affianca alla pubblicazione dei post. Infatti, c’è un’ampia collezione di articoli/post inseriti in una “sezione blog” del sito della biblioteca.

Questo post, ad esempio, è dedicato all’uscita nel 1969 della prima edizione del capolavoro di Maurice Sendak, Nel paese dei mostri selvaggi.

Il link fa riferimento alla selezione di albi illustrati MOSTRUOSAMENTE appassionanti che i bibliotecari hanno preparato.

social e patrimonio

In questo caso, invece, il tema sono gli elefanti (e come poteva essere altrimenti ??) L‘elefante, ricordo, era l’emblema dei Malatesti, con il motto “Elephas Indus culices non timet” (“L’elefante indiano non teme le zanzare”)

Ecco le proposte della Malatestiana

Non riesco a mostrare tutti gli esempi che rendono la pagina Facebook della Malatestiana veramente ricca di proposte e stimoli per chi la segue, In ogni caso, per finire, non posso non scegliere di pubblicare questa immagine straordinaria, ricordando che la

Malatestiana è l’unico esempio di biblioteca umanistica conventuale perfettamente conservata nell’edificio, negli arredi e nella dotazione libraria, come ha riconosciuto l’Unesco, inserendola, prima in Italia, nel Registro della Memoire du Monde.

social e patrimonio
credits

continua …