Il canale podcast di Maria Rosaria Califano: una bibliotecaria lettrice di storie

Maria Rosaria Califano è il Direttore del Centro Bibliotecario di Ateneo dell’ Università degli studi di Salerno. Ci siamo conosciute per motivi professionali poi, come spesso succede, una parola tira l’altra e dal “lei” siamo passate al “tu”. In maniera altrettanto naturale Maria Rosaria mi ha fatto conoscere il suo canale Podcast ed è stata una piacevolissima sorpresa. Ecco, quindi, che Maria Rosaria ci racconta nello “Spazio Ospiti” questa sua esperienza nella quale (lo riconosce anche lei alla fine), il valore aggiunto è proprio l’essere una bibliotecaria.

E‘ nella crisi che emerge il meglio di ognunoperché senza crisi tutti i venti sono solo lievi brezze“: con questa citazione di Albert Eistein voglio cominciare a parlare del mio canale podcast.
Estate 2021, crisi esistenziale, qualche antipatico direbbe di “mezz’età!”
In bilico sul sottile filo di un equilibrio messo a dura prova dal periodo eccezionale dei ripetuti lockdown.
Trovare un modo per esprimere sé stessi: un imperativo per la sopravvivenza.
Comincio a guardarmi intorno, i libri sono dappertutto: a casa e al lavoro (di professione faccio la bibliotecaria!).
Ascoltando un audio di un amico mi ricordo della mia passione della lettura ad alta voce.
Da leggere in chiesa al leggere le favole.
Ho sempre adorato leggere per gli altri tentando di trasferire il più possibile il senso del testo.
Trovo di saperlo fare, mi limita la mia dizione, ma poi … chi se ne importa 😉
Provo a registrare delle fiabe che invio al mio nipotino Davide: è lui il mio primo fan.
Lui è contento e scopro di esserlo anche io.
Con l’aiuto di un mio amico compro l’attrezzatura e mi viene voglia di condividere.
Mi informo e apro un canale su di una delle tante piattaforme disponibili.
Mi scelgo un nome, si un nome d’arte: una vezzosità tutta femminile ma anche l’esigenza di distinguere il privato dal lavoro.
Comincio, apro il mio canale.
Provo a leggere e a condividere anche qualche mio scritto.
La scrittura e la voce un connubio per dare spazio alla mia creatività.
Scopro che le attività connesse, scegliere un brano, leggerlo, registrarlo, montarlo, caricarlo e condividerlo, mi permettono di prendermi una pausa mentale che mi fa bene.
I primi riscontri sono incoraggianti e in poco ho il mio piccolo pubblico.
Non avrei mai pensato di emozionare con la mia voce! Naturalmente parto dai libri letti, da quelli che mi hanno emozionato.
Propongo brani sulla base del momento, di quello che vivo e di quello che mi sta intorno.
Mi piace pensare di condividere i miei pensieri, qualcuno direbbe la mia sensibilità.
Mi piace pensare di fare compagnia, di regalare una piccolissima pausa di serenità.
Tento di racchiudere in pochi minuti un messaggio, una riflessione, uno stato d’animo.
A volte scelgo d’istinto e a volte ci penso. Qualcuno mi fa notare che in fondo anche il mio istinto è condizionato. Condizionato dal mio essere bibliotecaria!

Fra i diversi podcast disponibili ecco “La guerra delle campane” di Gianni Rodari:

Pubblicato il 14 marzo 2022, la scelta di Maria Rosaria Califano mi ha colpito: Rodari è uno dei miei autori preferiti, La guerra delle campane è una delle sue favole meno conosciute ma soprattutto è una scelta “meno scontata” della “Luna di Kiev” che in questi giorni viene citata spessissimo. Una scelta di sensibilità e dolcezza.

Buon ascolto 🎤🔊